Cucina din strada Palermo

 

 

Palermo è una città millenaria che affascina i visitatori grazie al crogiolo di culture che si sono susseguite nel corso della sua storia e che hanno lasciato tracce nell’arte e nei monumenti di incomparabile bellezza, alcuni dei quali sono stati recentemente dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

Tra gli aspetti che colpiscono maggiormente i turisti c’è anche la grande qualità del suo cibo di strada, la cui ricchezza e varietà ha pochi eguali in Italia e che è a tutti gli effetti parte della cultura cittadina.

I pittoreschi e vocianti venditori ambulanti richiamano i passanti offrendo alcune leccornie che si possono trovare solo in Sicilia. Tra i piatti più gettonati ci sono sicuramente le arancine – che però i siciliani declinano al maschile, gli arancini – le regine dello street food palermitano. Sono timballi di riso allo zafferano con piselli, ragù di carne e caciocavallo, una bontà prelibata e a buon mercato, come tutta la cucina di strada del capoluogo siciliano.

Un must sono, poi, le panelle, frittelle di farina di ceci che vengono accompagnate col pane e con i cazzilli che sono crocchette di patate.

Gli amanti del pesce non possono non assaggiare il polpo fresco che viene cotto in acqua salata, tagliato al momento e servito con limone e prezzemolo.

Da non perdere il panino tondo ai semi di sesamo con la milza o polmoni – il famoso pani ca’ meusa – che potrebbe far storcere il naso ai più schizzinosi i quali però, una volta provatolo, se ne innamorano all’istante.

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani gli sfinciuni, un’altra delizia tipica dal sapore antico: si tratta di una pizza alta e soffice condita riccamente.

Mangiare una di queste prelibatezza per strada, magari in uno dei mercati storici e più caratteristici di Palermo come Ballarò e la Vucciria, rende la propria permanenza in questa città un’esperienza unica.

 

Questo articolo può essere trovato su buonoedeconomico